Madri adolescenti: come una ragazza madre può affrontare la gravidanza

È noto da molte ricerche come sia importante per un corretto sviluppo del bambino un buon attaccamento con la madre e ciò è determinato dal comportamento della madre con il bambino fin dai primi mesi di vita.

È importantissimo il ruolo della madre, che deve essere responsiva, comunicare con il bambino in modo corretto, essere capace di sintonizzarsi con il bambino, di comprendere i suoi stati d’animo e le sue emozioni, aiutando lo così a regolarle.

Una corretta interazione con il bambino in questi primi scambi e interazioni, influisce sulle sue successive capacità in ambito relazionale, affettivo e di regolazione delle emozioni. In genere un bimbo con una madre adeguata sviluppa un attaccamento detto sicuro. Un attaccamento sicuro è predittivo rispetto all'adeguatezza di una serie di funzioni psicologiche determinanti per un positivo sviluppo della personalità e un fattore di protezione rispetto allo sviluppo di condotte negative o personalità psicopatologiche.

L'attaccamento sicuro è predittivo anche rispetto alla capacità di fronteggiare eventi stressanti senza sviluppare disturbi di tipo esternalizzante o internalizzante e, se questi dovessero apparire, i bambini con attaccamento sicuro saranno in grado di recuperare in breve i precedenti pattern adattivi. La sicurezza interna a cui il bambino approda nei primi anni di vita è un fattore fondamentale per uno sviluppo socio-emotivo e relazionale corretto, e la sicurezza interna dipende dalla qualità delle cure materne, in termini di responsività, disponibilità emotiva e attività di scaffolding rispetto alle competenze cognitive del bambino.

Motivazioni di una gravidanza in età adolescenziale

Nelle società occidentali, l'esordio della vita sessuale è segnato dalla separazione tra sessualità e procreazione e, pertanto, l'insorgere di una gravidanza in adolescenza è da collocare all'interno dei comportamenti a rischio, espressione di una difficoltà nella costruzione dell'identità di genere sia maschile sia femminile.

La separazione tra sessualità e procreazione è concretamente favorita dalla diffusione della libertà sessuale, accettata socialmente, e dalla legalizzazione e diffusione della contraccezione. È raro che la gravidanza sia la conseguenza di un fallimento della contraccezione, molto più spesso è conseguenza di una condotta sessuale a rischio, comune in un adolescente alla ricerca di conferme della propria identità.

È difficile quindi che la gravidanza sia una scelta dettata dal vero desiderio di avere un figlio o frutto di una decisione matura e consapevole.

Fattori di rischio per una madre adolescente

Soprattutto quando nasce il bambino è noto che le madri adolescenti e i loro bambini corrano un rischio molto più alto rispetto a madri adulte, per quanto riguarda problemi emozionali e comportamentali. Una madre adolescente, è spesso immatura dal punto di vista cognitivo ed emozionale.

Non è da sottovalutare anche il fatto che una gravidanza in adolescenza sia spesso associata all'interruzione della scuola, al ridimensionamento dei progetti lavorativi, a una minore stabilità per quanto concerne le relazioni sentimentali e a un più basso supporto sociale. Tutti questi fattori rendono difficile per una adolescente sviluppare le abilità per svolgere correttamente la propria funzione di genitore e rendono probabile l'insorgenza di una psicopatologia.

Sono da prendere in considerazione inoltre le pressioni a cui è sottoposta una madre adolescente. Possono essere pressioni dal punto di vista sociale, perché spesso una madre adolescente può venire isolata dai pari, o anche dalla comunità di appartenenza, ma pure pressioni familiari.

Spesso le madri adolescenti non hanno nessuna stabilità economica, quindi devono vivere con la famiglia di origine per avere un supporto economico e il sistema familiare deve cambiare con l'arrivo di un bambino, ma ciò non è facile quando il bambino o la bambina non era programmato/a. Spesso la qualità delle relazioni dell'adolescente con i propri genitori cambia in peggio e se ci sono delle sorelle o dei fratelli minori sono frequenti i conflitti con essi.

È risultato infatti da numerosi studi, che madri adolescenti che vivono in una famiglia non supportiva e non unita, siano maggiormente a rischio per quanto riguarda la depressione. A volte oltretutto, un'adolescente può venire rifiutata dalla famiglia di origine e così deve vivere in un contesto familiare differente, magari nella famiglia del padre del bambino o di un'amica, dove le pressioni sono ancora di più, perché è un'ospite, non un membro della famiglia

La relazione madre adolescente-bambino, è spesso complicata dell'insorgenza di significativi rischi di psicopatologie e depressione nella madre, durante i primi anni di vita del bambino, e anche in seguito, nell'età adulta, con una preoccupante stabilità della sindrome depressiva, che a volte dura anni.

La depressione materna ha effetti negativi sulla già fragile relazione madre adolescente-bambino. Le madri adolescenti depresse tendono infatti a essere più intrusive o poco responsive. Inoltre è stato notato come la depressione influenzi negativamente la percezione materna delle interazioni familiari.

Effetti negativi di una madre adolescente sul bambino

Per un bambino nato da una madre adolescente le conseguenze negative possono essere numerose e spesso molto gravi. I bambini nati da una madre adolescente sono a rischio per quanto riguarda un basso peso alla nascita, povertà, abuso e, in casi estremi, persino morte. È noto che i bambini nati da madri adolescenti mostrino spesso disordini emozionali, di condotta, raramente conseguano un buon livello di educazione scolastica e presentino malattie durante l'infanzia.

Sono frequenti problemi nella condotta sociale come delinquenza e violenza e problemi che riguardano la sfera personale, come ansia o depressione e passaggi di vita caotici, come genitorialità in adolescenza e abbandono della scuola. I figli di madri adolescenti hanno rischi elevati per quanto riguarda interazioni problematiche con il caregiver, cambi frequenti di residenza e delle figure di accudimento, cosa che provoca gravi problemi di attaccamento e problemi comportamentali.

Una genitorialità precoce riflette spesso preesistenti aspetti delle madri, come povertà o temperamento impulsivo, che influenzano negativamente il bambino, come anche la possibile ostilità di alcuni o tutti i membri della famiglia in cui la madre adolescente vive. Non è da sottovalutare inoltre la difficoltà di creare una famiglia in adolescenza e l'alta probabilità di dissoluzione della stessa.

Tutti questi problemi aumentano la possibilità di un disturbo antisociale e dell'uso di droghe da parte della madre, cosa che spesso porta a comportamenti simili nel bambino una volta diventato adolescente. È frequente poi che le madri adolescenti abbandonino la scuola e il basso livello di educazione della madre, associato a uno svantaggio socioeconomico, è risultato uno dei fattori più rilevanti nell'avere effetti negativi sul bambino.

Problemi relazionali tra madre adolescente-bambino

Le madri adolescenti tendono ad avere una percezione errata dello sviluppo infantile e a nutrire aspettative troppo elevate nei confronti del loro bambino nei termini dell'abilità di sviluppo. Tendono a fare attribuzioni negative riguardo ai loro bambini e li vedono come più difficili da trattare di quanto in realtà essi non siano. Queste inappropriate ed erronee cognizioni influenzano negativamente la risposta delle madri adolescenti nei confronti del comportamento del bambino. Dalla letteratura emerge che le relazioni tra madre adolescente e bambino sono quantitativamente e qualitativamente differenti dalle relazioni tra madre adulta e bambino.

Complessivamente le madri adolescenti risultano essere: meno pazienti e attente dal punto di vista emotivo, meno interattive dal punto di vista verbale e meno responsive e più facilmente ostili nei confronti del bambino. Molto spesso le madri adolescenti, specialmente se hanno avuto lo stesso tipo di attaccamento con la loro madre, tendono a creare con il loro bambino un attaccamento disorganizzato, caratterizzato da errori di comunicazione affettiva, confusione di ruoli e un comportamento spaventato, disorientato o intrusivo.

Un attaccamento disorganizzato è predittivo rispetto a problemi di regolazione e controllo delle emozioni negative e i bambini con questo tipo di attaccamento spesso sono oppositivi, aggressivi e ostili, cosa che, come in un circolo vizioso, rende ancora più complicato il rapporto con la madre.

Fattori di protezione per una madre adolescente

Non è comunque detto che una madre adolescente non riesca a fare fronte alla gravidanza e alla crescita di un figlio in modo positivo. Per affrontare il tutto positivamente, sono molto importanti le caratteristiche della madre adolescente e le reti di supporto. Le madri adolescenti con alti punteggi nell'ambito della “riflessività materna”, avevano buoni punteggi anche nelle interazioni con il loro bambino. A una buona riflessività materna sono collegati inoltre una buona crescita cognitiva e un positivo sviluppo linguistico nel bambini.

Il contributo del supporto nell'ambito di una gravidanza in adolescenza è fondamentale, perché le adolescenti devono continuare nel loro sviluppo fisico, emozionale e di identità, preparandosi per il complesso ruolo di genitori. Maggiore è il supporto sociale, minore è il livello di stress riportato dalle madri adolescenti rispetto al loro ruolo di genitore e ciò ha un impatto positivo sul loro comportamento come madri.

A cura di Diana Medri, psicoterapeuta centro clinico SPP Milano

Vuoi contattare la d.ssa Medri? Ecco qui la nostra sezione Contatti.

Della stessa autrice vi consigliamo inoltre di leggere:

Psicologo per bambini: quando andarci?
Serie tv sulla psicologia: 8 film da non perdere

Per quanto riguarda invece la tematica della gravidanza, ecco a voi l'approfondimento da parte della dottoressa Elena Verni: "Gravidanza e post partum, la maternità come evento critico".